Sede Legale FIRENZE VIA MARIO ULIVELLI 37 15 Strutture operative in tutta Italia
+393292278868
info@doppiservizi.it

Novità Irpef e IMU nella legge di bilancio 2022

Novità Irpef e IMU nella legge di bilancio 2022

Spread the love

La Legge 30 dicembre 2021, n. 234, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale 31 dicembre 2021 n. 310, S.O. n. 49, ed è in vigore dal 1° gennaio 2022. Nel presente commento si riepilogano le principali novità in materia di Irpef e IMU.

Riforma dell’Irpef

La Legge di Stabilità 2022 contiene una “riforma dell’Irpef”, modifiche nei seguenti termini:

  • degli scaglioni di reddito imponibile e delle aliquote d’imposta;
  • delle detrazioni d’imposta;
  • del trattamento integrativo della retribuzione.

Nella tabella che segue sono esplicitate le modifiche agli scaglioni di reddito imponibile ed alle aliquote Irpef:

Fino al 31.12.2021Dal 1.1.2022 
Reddito imponibileAliquota IrpefReddito imponibileAliquota Irpef
fino a 15.000,00 euro23%fino a 15.000,00 euro23%
oltre 15.000,00 euro e fino a 28.000,00 euro27%oltre 15.000,00 euro e fino a 28.000,00 euro25%
oltre 28.000,00 euro e fino a 55.00038%oltre 28.000,00 euro e fino a 50.000,0035%
oltre 55.000,00 euro e fino a 75.000,0041%oltre 50.000,0043%
oltre 75.000,0043%  
Vengono poi modificate le detrazioni d’imposta, seppur mantenendo determinate suddivisioni:
  • detrazione per i redditi di lavoro dipendente e alcuni redditi assimilati;
  • per redditi derivanti da pensioni;
  • redditi derivanti da assegni periodici percepiti dal coniuge separato o divorziato;
  • altri redditi assimilati al lavoro dipendente, redditi di lavoro autonomo, redditi d’impresa minore e alcuni redditi diversi.

La soglia massima per fruire delle detrazioni di cui sopra è ora fissata ad euro 50.000 (rispetto alla soglia precedente pari a euro 55.000).

Viene infine abrogata la detrazione IRPEF “trattamento integrativo della retribuzione” in quanto inclusa nelle nuove detrazioni di cui sopra.

Addizionali regionali e comunali all’Irpef

Sono stati differiti i termini per i Comuni per modificare gli scaglioni e le aliquote dell’addizionale comunale all’IRPEF, a seguito dei nuovi scaglioni e aliquote dell’Irpef.

I Comuni avranno tempo fino al 31.3.2022 oppure, se scade successivamente, fino al termine di approvazione del bilancio di previsione.

Detrazione Irpef per i giovani inquilini

Si tratta della detrazione Irpef, spettante ai giovani conduttori che stipulino un contratto di locazione ex L. 431/1998, destinando l’immobile a propria abitazione principale.

Dal 2022, l’agevolazione spetta ai soggetti di età compresa fra i 20 e i 31 anni non compiuti, con un reddito complessivo non superiore a 15.493,71 euro, per i primi 4 anni di durata del contratto (periodo agevolato allungato di un anno rispetto alla precedente versione della norma).

L’immobile non deve coincidere con l’abitazione principale dei genitori o di coloro cui i soggetti in commento sono affidati.

La detrazione IRPEF spetta nella misura pari al maggiore tra i seguenti importi:
– euro 991,60;
– 20% dell’ammontare del canone di locazione (la detrazione non può superare l’importo massimo di euro 2.000,00.

Terreni dei coltivatori diretti e IAP – Proroga dell’esenzione IRPEF

Prorogata anche per il 2022 l’agevolazione per i coltivatori diretti e per gli imprenditori agricoli professionali (“IAP”) iscritti nella previdenza agricola, in relazione ai redditi fondiari dei terreni da loro posseduti e condotti.

Docenti e ricercatori: proroga del regime agevolato

I docenti e ricercatori rientrati in Italia fino al 2019 possono prolungare il periodo agevolato da 4 a 8, oppure 11 oppure 13 anni, al ricorrere di determinate condizioni (presenza di figli minorenni o a carico, acquisto di una unità immobiliare in Italia.

A tale fine deve essere esercitata apposita opzione, versando un onere, parametrato al reddito dell’ultimo periodo d’imposta prima dell’esercizio dell’opzione.

Proroga acquisto agevolato della casa di abitazione per gli under 36

L’agevolazione prima casa per gli acquirenti “under 36”, con ISEE non superiore a 40.000,00 euro, è estesa agli atti stipulati fino al 31.12.2022.

L’agevolazione comporta l’esenzione dall’imposta di registro e dalle imposte ipotecaria e catastale; in caso di atti soggetti ad IVA, spetta un credito d’imposta pari all’IVA versata.

È inoltre prevista l’esenzione dall’imposta sostitutiva sui mutui erogati per l’acquisto, la costruzione e la ristrutturazione degli immobili agevolati.

Devono altresì sussistere le consuete condizioni per le agevolazioni “prima casa” ai fini dell’imposta di registro.

IMU ridotta per i pensionati residenti all’estero

Per il 2022, l’IMU dovuta sull’unica unità immobiliare, posseduta in Italia da soggetti non residenti nel territorio dello Stato, titolari di pensione maturata in regime di convenzione internazionale con l’Italia, residenti in uno Stato di assicurazione diverso dall’Italia è ridotta al 37,5%.

L’immobile non deve essere locato o dato in comodato d’uso.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *