Sede Legale FIRENZE VIA MARIO ULIVELLI 37 15 Strutture operative in tutta Italia
+393292278868
info@doppiservizi.it

Super Green Pass: ecco dove serve, dove basta il “base” e dove non è richiesto

Super Green Pass: ecco dove serve, dove basta il “base” e dove non è richiesto

Spread the love

Il super green pass dal 6 dicembre al 15 gennaio. La guida con tutte le regole decise dal governo per tenere a freno i contagi da Covid-19 e aumentare le vaccinazioni. Rilasciata la nuova App di verifica.

Senza Green Pass, con Green Pass base o con Green Pass rafforzato

Dal 6 dicembre e fino al 15 gennaio moltissime attività quotidiane o comuni saranno differenziate per vaccinati contro il Covid-19, guariti, tamponati con esito negativo, riluttanti a sottoporsi alla somministrazione o al test. A questo si aggiunge la mappa dell’Italia a colori che a sua volta aggiunge limitazioni con l’intensificarsi delle gradazioni.

È bene precisare una cosa: le attività consentite con Green Pass base sono accessibili a tutti quelli che hanno il Green Pass rinforzato.

Ovvero: una persona vaccinata non ha bisogno di fare anche un tampone per svolgere un’attività consentita a chi ha il solo Certificato di base perché il Super Pass copre anche quella. Non è vero il contrario: chi non è vaccinato ma solo tamponato non potrà accedere alle attività riservate ai Sì Vax.

Da queste regole sono esclusi i bambini con meno di 12 anni che non hanno bisogno di Pass e sono escluse le persone esenti dal vaccino per ragioni mediche certificate: non avranno bisogno di vaccinarsi né di fare tamponi per prendere i mezzi o partecipare ad attività sociali.

Per i primi basterà un documento che attesti la loro età a un eventuale controllo, per i secondi il certificato medico che ne accerta l’esenzione.

È stata intanto rilasciata su App Store, Play Store e App Gallery la versione 1.1.8 di VerificaC19 che consente anche il controllo della validità della certificazione verde “rafforzata”. La nuova versione consente agli operatori la selezione della modalità di verifica del codice Qr: “rafforzata” per il controllo di avvenuta vaccinazione o guarigione; “base” per l’utilizzo della App come avvenuto finora, con la validità estesa anche a chi abbia effettuato un tampone con esito negativo.

Senza Green Pass fino al 6 dicembre

(cittadini non vaccinati, che non hanno contratto il Covid e non si sottopongono a tampone)

Le persone prive di Green Pass possono prendere un taxi o muoversi con autovetture fino a 9 posti, compreso quello del conducente, adibiti a servizio di noleggio con conducente, ad eccezione di quelli in servizi aggiuntivi di trasporto pubblico locale (cui si applica la disciplina relativa all’utilizzo dei mezzi di trasporto pubblico locale di linea). Possono viaggiare con un mezzo privato (la propria auto o quella di un’amica) in città, al di fuori del proprio comune o verso un’altra Regione. Se si trovano o si muovono verso una zona arancione, però, possono farlo solo per lavoro, necessità, salute o per servizi non sospesi ma non disponibili nel proprio comune.

Oppure perché risiedono in comuni di massimo 5.000 abitanti e lo spostamento avviene verso altri comuni in un raggio massimo di 30 chilometri a eccezione del capoluogo di provincia.

Zona Bianca e Gialla

  • Chi è senza Green Pass può andare dal barbiere e dal parrucchiere e usufruire dei servizi alla persona, sia in zona bianca che in gialla che in arancione.
  • E ha libero accesso anche negli uffici pubblici: poste, anagrafe, circoscrizione, banca e via dicendo.
  • Gli studenti possono frequentare le lezioni a scuola ma non possono seguire in presenza quelle dell’università né laurearsi o dare esami se non in modalità telematica.
  • Al bar o al ristorante possono consumare al bancone o ai tavoli all’aperto ma solo in zona bianca o gialla.
  • Possono fare sport all’aria aperta, per strada, sulla pista ciclabile, al parco o in un’area attrezzata. Possono nuotare ma solo in piscine scoperte e solo in zona bianca o gialla.
  • Praticare sport di squadra o attività sportiva in circoli e centri purché all’aperto. E anche fare sport di contatto, sempre e solo all’aperto, in zona bianca e gialla.
  • Nessuna preclusione anche per chi deve fare attività riabilitativa e terapeutica ricompresa nei livelli essenziali di assistenza (Lea): libero accesso in zona bianca, gialla e arancione.
  • I No Pass, infine, possono frequentare centri culturali, sociali o ricreativi ma solo se sono all’aperto.

Tutte le attività che non sono state elencate non sono consentite a chi non ha il Green Pass.

Green Pass base

(cittadini con esito negativo di un tampone antigenico effettuato nelle ultime 48 ore o molecolare effettuato nelle ultime 72 ore)

Si può salire su bus, tram, metropolitane, aerei, treni, traghetti, aliscafi, taxi e autovetture con conducente. Ci si può spostare con mezzi propri o privati all’interno della propria città, nella propria regione o tra regioni diverse a prescindere dal colore della zona dalla quale si parte o nella quale si arriva.

In zona bianca e gialla si può acquistare uno skipass sia per salire su skilift, sciovie e seggiovie scoperte che per prendere funivie, cabinovie e seggiovie coperte dalle cupole paravento. In zona arancione invece l’uso di qualsiasi impianto di risalita non è consentito.

È consentito l’accesso ai luoghi di lavoro pubblici e privati e anche alle mense aziendali. Da questo sono esclusi quei lavoratori pubblici per i quali, a partire dal 15 dicembre, entra in vigore l’obbligo vaccinale (personale scolastico, forze dell’ordine, forze armate, personale non sanitario del comparto salute).

Chi ha il Green Pass base può usufruire dei servizi alla persona, entrare in qualsiasi negozio, fare shopping nei centri commerciali. In quest’ultimo caso l’accesso è interdetto solo nei giorni festivi e prefestivi se ci si trova in zona arancione a meno che non si debbano fare compere in alimentari, librerie, edicole, farmacie o tabaccai presenti all’interno degli shopping mall.

Gli studenti possono seguire le lezioni in presenza non solo nelle scuole (dove non è richiesto alcun Pass per gli alunni) ma pure all’università dove invece ci sono controlli sui Certificati.

Con il Green Pass di base è possibile far visita ai ricoverati in ospedali, cliniche, strutture socio-sanitarie, residenziali, socio-assistenziali, hospice.

Come per chi non ha alcun Pass, in zona bianca e gialla si può consumare al bancone o ai tavolini all’aperto di bar, ristoranti, enoteche, locali, ma non in quelli al chiuso. La possibilità decade in zona arancione dove chi ha solo il tampone può servirsi solo del take away e della consegna a domicilio.

  • Alloggiare in hotel e nelle strutture ricettive e se si è clienti si può cenare o pranzare nel ristorante interno. Se questo è riservato ai soli clienti dell’hotel allora ci si può sedere anche ai tavoli al chiuso, altrimenti, se il locale serve anche clienti esterni, si può solo mangiare all’aperto.
  • Si può fare qualunque tipo di attività sportiva all’aperto, al chiuso, individuale, di contatto, di squadra, in circoli, palestre, piscine, coperte o scoperte se si è in zona bianca o gialla. Ed è consentito l’uso degli spogliatoi per cambiarsi e delle docce. In zona arancione, invece, sono interdetti palestre e piscine all’aperto e al chiuso, sport di squadra al chiuso, sport di contatto sia all’aperto che al chiuso e l’uso degli spogliatoi.
  • Visitare una mostra o andare al museo.
  • Partecipare a una festa conseguente a una cerimonia civile o religiosa come una festa di nozze, di una unione civile, di battesimo o di comunione, ma non in zona arancione.
  • Sempre in zona bianca e gialla si può andare in un parco a tema o di divertimento, nei centri benessere, alle terme, in centri culturali, sociali e ricreativi, nelle sale da gioco, di scommesse, nei bingo e nei casinò.
  • Infine, si può partecipare alle prove in presenza di selezione per i concorsi pubblici.

Green Pass rafforzato dal 6 dicembre 2021

(cittadini vaccinati da meno di 9 mesi, guariti dal Covid da meno di 6 mesi, guariti e poi vaccinati da meno di 9 mesi)

Se si ha il Green Pass rafforzato non ci sono limitazioni alle attività, si può insomma partecipare di persona a tutta la vita lavorativa, sociale, culturale, ludica, ricreativa in zona bianca, gialla e arancione.

Sempre nel rispetto dei protocolli che impongono l’uso delle mascherine in tutti i luoghi chiusi e ora anche nei centri storici e nelle vie dello shopping di molte città e in ogni occasione in cui ci sia un assembramento, che sono comunque da evitare. Un ritorno alla vita normale, tranne che in zona rossa: se ci si dovesse arrivare sarebbe di nuovo lockdown, per tutti.

Ma intanto chi ha il Super Green Pass sul fronte degli spostamenti può salire su aerei, treni, navi e traghetti, autobus e pullman di linea che collegano più di due regioni, autobus e pullman adibiti a servizi di noleggio con conducente, mezzi impiegati nei servizi di trasporto pubblico locale o regionale, taxi e autovetture fino a nove posti, compreso quello del conducente, adibiti a servizio di noleggio con conducente. Ci si può anche muovere liberamente in auto in tutta Italia.

Cosa si può fare?

  • Si può comprare lo skipass per tutti gli impianti di risalita: cabinovie, funivie, seggiovie coperte da cupole paravento, scoperte, sciovie, skilift.
  • Consentito l’accesso a tutti i luoghi di lavoro pubblici e privati e alle mense.
  • Shopping sia nei negozi che nei centri commerciali anche nel weekend e nei giorni festivi e pre-festivi. Si può entrare negli uffici pubblici. E usufruire dei servizi alla persona.
  • Andare a far visita ad amici e parenti ricoverati in strutture sanitarie, socio-sanitarie, residenziali, socio-assistenziali e hospice.
  • Frequentare le lezioni in presenza all’università, laurearsi davanti alla commissione o sostenere un esame con il prof.
  • In bar e ristoranti si può consumare velocemente al banco, fermarsi a far colazione all’aperto o sedersi a pranzo e cena nelle sale interne dei locali.
  • Alloggiare per vacanza o per lavoro in un hotel o in un’altra struttura ricettiva e utilizzare i servizi di ristorazione interni sia ad uso esclusivo della clientela che aperti ad altri avventori. Valgono le stesse regole dei ristoranti dunque si può mangiare e bere indifferentemente all’interno o all’esterno.

Capitolo sport

Si può correre in un parco, fare yoga su un prato, utilizzare le aree attrezzate di un giardino, praticare sport di contatto o di squadra, andare in palestra, nuotare in piscina. Lo sport è consentito sia all’aperto che al chiuso. Via libera anche all’uso degli spogliatoi.

I tifosi possono seguire partite e incontro sugli spalti sia degli stadi (capienza al 75%) che dei palazzetti dello sport (capienza al 60%)

E ancora, la cultura si può vedere un film al cinema, assistere a uno spettacolo teatrale, andare a un concerto, partecipare a un dj set, visitare una mostra o un museo.

Il Super Green Pass consente anche di frequentare sale da ballo e discoteche e di partecipare a tutte le feste, siano esse conseguenti a cerimonie civili e religiose come nozze, unioni, battesimi, comunioni, o private, come compleanni, anniversari, lauree.

Ci si può rilassare nei centri benessere e termali all’aperto e al chiuso. Divertirsi in parchi tematici e lunapark, frequentare centri culturali, sociali e ricreativisale gioco, sale scommesse, bingo e casinò.

Ai concorsi pubblici si possono sostenere le prove in presenza.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *